Romeo & Juliet, l’immortalità cinematografica di Shakespeare

Il nuovo adattamento scritto da Julian Fellowes, creatore della serie Downton Abbey, arriva al cinema. La recensione su Cinema Méliès.


Il trailer del film

di Giorgia Pietropaoli

«Mai storia fu più triste di quella di Giulietta e del suo Romeo». E mai storia fu più adattata sul grande schermo. Ad oggi si contano, infatti, una quarantina di versioni cinematografiche. E Julian Fellowes, creatore e sceneggiatore dell’acclamata serie televisiva Downton Abbey e del film Gosford Park che gli fece guadagnare un Oscar nel 2002, ci teneva ad aggiungere un’ulteriore versione che nulla toglie e nulla aggiunge alla tragedia shakesperiana. Fellowes (è bene ricordarlo) fu anche autore di ciofeche come The Tourist di Florian Henckel von Donnersmarck e (ancora peggio) Pompei, visto nelle nostre sale lo scorso anno. Giusto per rimarcare il fatto che non sappiamo mai cosa aspettarci da lui: gioiellino all’inglese o puttanata all’americana?

Per il suo adattamento di Romeo e Giulietta sceglie di restare a metà tra le due strade che sembra riesca a percorrere con la stessa naturalezza. Se da una parte la sceneggiatura sceglie di rimanere fedele al testo di Shakespeare, dall’altra il cast non è tutto all’altezza. Se i costumi e le scenografie sono di gusto impeccabile, la scelta della regia (la mano è di Carlo Carlei) è troppo televisiva/scadente e meno nobile.
«Queste passioni violente possono avere fini violente». Di questa pellicola si ricorderà, forse, soltanto l’ottima interpretazione di Damian Lewis nei panni del padre di Giulietta, la buona performance di Paul Giamatti come Frate Lorenzo, l’incisiva cattiveria di Tebaldo che ha il volto di Ed Westwick e nulla più.

IMG_1325.CR2

Se avevate amato il Mercuzio di Baz Luhrmann recitato da Harold Perrineau Jr. («Io parlo di niente! Infatti parlo di sogni, che son figli di un cervello pigro, da niente generati se non dalla vana fantasia, che è di sostanza sottile come l’aria») beh, potete anche dimenticarvelo. La performance di Christian Cooke è scialba e senza spessore così come quella dei due amanti, Douglas Booth (ancora lui?!? Vedi Jupiter – Il destino dell’universo) e Hailee Steinfeld , che più che dal dramma shakesperiano sembrano essere usciti dal più brutto romanzo di Moccia. C’è pure la nostra Laura Morante ma pronuncia due battute per sbaglio e poi via, a far da comparsa.
«La via per l’inferno è lastricata di buone intenzioni». Fellowes ne aveva avuta qualcuna, probabilmente, di buona intenzione, tuttavia si può riconoscergliene soltanto una: quella di aver tentato di portare al cinema un classico per far appassionare le generazioni più giovani. Quelle vecchie possono anche passare il turno.

«Tutto appartiene alla morte». Giovani, se avete intenzione di portare i/le vostri/e innamorati/e al cinema per San Valentino e non avete l’età per andare a vedere Cinquanta sfumature di grigio (ringraziate la censura, per una volta, che vi risparmia codesto strazio), e avete scelto un classico senza tempo come questo, fate lo sforzo di cercare un cinema che lo proietti in originale.
Dal trailer si evince benissimo che il doppiaggio da un’ulteriore mazzata a un film che è già mediocre.
E questa, cari lettori, è «una sentenza sicura».

ROMEO & JULIET
Regia di Carlo Carlei
Con Douglas Booth, Hailee Steinfeld, Ed Westwick, Christian Cooke, Paul Giamatti, Kodi Smit-McPhee, Lesley Manville, Tomas Arana, Laura Morante, Damian Lewis, Natascha McElhone, Tom Wisdom, Stellan Skarsgård
Drammatico, 118 min
Italia/Gran Bretagna/Svizzera, 2014
Uscita giovedì 12 febbraio 2015
Voto Cinema Méliès: 1,5/5

mipiace da vedere se: non avete mai visto una versione al cinema di Romeo e Giulietta
nonmipiace da non vedere se: avete apprezzato versioni cinematografiche precedenti

locandina_romeo&juliet

Annunci

1 Trackback / Pingback

  1. Le stelle di Brando, l’oroscopo cinematografico del 12/18 febbraio 2015 | Cinema Méliès

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: